SOTTOMISSIONE O TROIAGGINE? - 1^ parte - L Aquila Trasgressiva

SOTTOMISSIONE O TROIAGGINE? - 1^ parte - L Aquila Trasgressiva

SOTTOMISSIONE O TROIAGGINE? - 1^ parte Da qualche mese, soffrivo di disfunzione erettile e la mia fidanzata, Gabriella, mi ha proposto una terapia di coppia da uno psicanalista e sessuologo. Siamo andati insieme al primo appuntamento, lo psic era un uomo sulla cinquantina, sembrava molto competente e ci ha fissato il secondo incontro per la settimana successiva. Il caso ha voluto che, durante il week end, siamo andati a sciare a Bormio e, sfiga sopra sfiga, urtando contro un altro imbeccille come me, sono caduto e mi sono fratturato il bacino. Morale della favola: 2 giorni d'ospedale e 40 giorni immobilizzato sul letto di casa mia. Gabri ha telefonato per disdire il secondo appuntamento spiegando la situazione, ma lo psic ha insistito per procedere ugualmente utilizzando Internet e Skype per collegarmi da casa, mentre lei sarebbe andata normalmente in studio. Dopo alcuni secondi di silenzio, lo psic parlò con voce forte e autorevole. - Visto che il tuo fidanzato non c'è e ci segue da casa, oggi faremo un esperimento di psicanalisi trans Faremo finta che io sia il tuo capo cattivo e tu una mia dipendente indisciplinata, ok? - Ma è sicuro che possa essere utile? - Certo! In questo modo potremo misurare le reazioni emotive del suo fidanzato e capire se la disfunzione erettile ha origini solo psicologiche oppure anche fisiologiche. Pronta per iniziare? - Sì... - Mi hanno riferito che ti sei comportata in modo volgare ed inadeguato con un cliente importante. - Non mi sembra... io non so nemmeno cosa dire, dottore... - Gabriella, adesso io non sono un medico, sono il suo capo! E' un gioco di ruolo! Vieni qui, avvicinati... - Mi scusi... Gabri si è avvicinata e si è fermata con le braccia conserte davanti a lui. - Piega le ginocchia! Gabri ha ubbidito e lo psic le ha tirato su la gonna ed ha cominciato a sculacciarla con un lungo righello di legno. Siccome lei non reagiva, lo sbatteva sempre più forte. - Ahia! Mi sta facendo male! Perfavore, si fermi... Ma lui continuava, ignorando i suoi lamenti... - Tu sei stata indisciplinata e volgare e, come tale, devi essere punita! CONTINUA Da qualche mese, soffrivo di disfunzione erettile e la mia fidanzata, Gabriella, mi ha proposto una terapia di coppia da uno psicanalista e sessuologo. Siamo andati insieme al primo appuntamento, lo psic era un bell'uomo sulla cinquantina, sembrava molto competente e ci ha fissato il secondo incontro per la settimana successiva. Il caso ha voluto che, durante il week end, siamo andati a sciare a Bormio e, sfiga sopra sfiga, urtando contro un altro imbeccille come me, sono caduto e mi sono fratturato il bacino. Morale della favola: 2 giorni d'ospedale e 40 giorni immobilizzato sul letto di casa mia. Gabri ha telefonato per disdire il secondo appuntamento spiegando la situazione, ma lo psic ha insistito per procedere ugualmente utilizzando Internet e Skype per collegarmi da casa, mentre lei sarebbe andata normalmente in studio. Dopo alcuni secondi di silenzio, lo psic parlò con voce forte e autorevole. - Visto che il tuo fidanzato non c'è e ci segue da casa, oggi faremo un esperimento di psicanalisi transazionale. Faremo finta che io sia il tuo capo cattivo e tu una mia dipendente indisciplinata, ok? - Ma è sicuro che possa essere utile? - Certo! In questo modo potremo misurare le reazioni emotive del suo fidanzato e capire se la disfunzione erettile ha origini solo psicologiche oppure anche fisiologiche. Pronta per iniziare? - Sì... - Mi hanno riferito che ti sei comportata in modo volgare ed inadeguato con un cliente importante. - Non mi sembra... io non so nemmeno cosa dire, dottore... - Gabriella, adesso io non sono un medico, sono il suo capo! E' un gioco di ruolo! Vieni qui, avvicinati... - Mi scusi... Gabri si è avvicinata e si è fermata con le braccia conserte davanti a lui. - Piega le ginocchia! Gabri ha ubbidito e lo psic le ha tirato su la gonna ed ha cominciato a sculacciarla con un lungo righello di legno. Siccome lei non reagiva, lo sbatteva sempre più forte. - Ahia! Mi sta facendo male! Perfavore, si fermi... Ma lui continuava, ignorando i suoi lamenti... - Tu sei stata indisciplinata e volgare e, come tale, devi essere punita! CONTINUA

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI